La vergogna

E il bosco diventò una discarica

E il bosco diventò una discarica

«Imboccato il sentiero che inizia dalla bacheca, ci si inoltra nel bosco tra farnie, caprini, tigli e frassini».
A leggere queste poche righe, tratte dalla descrizione tratta da un sito della Regione Piemonte relativo ad un percorso nell’area del Parco del Po, sembra quasi di iniziare una passeggiata di stile bucolico.
L’ambiente descritto è quello del Bosco Musolino, alle porte di Valenza che prende il nome da Francesco Lingua, detto ‘Musolino’, immortalato in un splendido disegno opera dell’artista Pier Paolo Prandi.
E sin qui tutto bene. Ma lo spettacolo che si è presentato ai nostri occhi, durante un soleggiato mercoledì di fine marzo, a poche decine di metri dall’inizio della passeggiata è tutt’altra cosa.

Sul 'Piccolo' in edicola tutti gli approfondimenti

LE ULTIME NOTIZIE
Alessandria Renate

Il presidente Di Masi e Pillon: il campo ha premiato la scelta del primo per il secondo

Calcio - Grigi

Di Masi: "Prova di onestà di tutto il Livorno"

23 Aprile 2017 alle 02:19

La premessa del presidente Di Masi:  "Noi sabato a Tivoli, con la Lupa Roma, dobbiamo fare il ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati