Mercoledì 21 Febbraio 2018

Il caso

Uspidalì, due giorni di sciopero

Uspidalì, due giorni di sciopero

L’Uspidalì per quello che rappresenta come istituzione è un qualcosa di molto sentito dai valenzani che, alla casa di riposo, sono fortemente affezionati. Pertanto ha suscitato qualche perplessità un volantino che comunica, per venerdì 15 e sabato 16 settembre, lo sciopero per tutto l’orario di lavoro degli addetti alle pulizie alla casa di risposo l’Uspidalì.
Ad annunciarlo è la sigla sindacale Cub/Flaica che spiega come «da ormai più di un anno il Comune trascina l’assegnazione dell’appalto delle pulizia all’Uspidalì, al palazzo municipale, in altri servizi comunali della città».

A leggere meglio, dunque, si tratta di una vertenza sindacale su uno spettro più ampio. Il sindacato evidenzia che «l’intenzione degli amministratori del Comune è invece stata chiara sin dall’inizio: una forte riduzione delle ore di lavoro destinate all’intero settore» con conseguenze, secondo chi ha redatto il comunicato nella «contrazione dei salari dei lavoratori, il rischio di licenziamenti, una diminuzione della qualità dei servizi».

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati