Domenica 24 Febbraio 2019

La storia

Due canestri e le difficoltà di fare centro col volontario

Due   canestri e le difficoltà di fare centro col  volontario

‘Mano nella mano’, un’associazione al femminile

A ‘Mano nella mano’ non hanno dato una mano. O forse i volontari del gruppo presieduto da Annamaria Zanghi (commerciante e consigliere comunale dei Cinque stelle in Comune) non hanno fatto i conti con la burocrazia, senza immaginare - con l’ingenuità di chi è animato da sani propositi e mira alla concretezza - che gli intoppi stanno sempre dietro l’angolo.
Chi ci rimette sono gli abitanti di Fogliabella. O meglio, i bambini che vorrebbero giocare nel parco del quartiere, punto di riferimento per l’infanzia, ma ormai in condizioni tutt’altro che fantastiche. Chi ci guadagna (per la legge del ‘mors tua vita mea’) è l’oratorio di viale Vicenza, destinatario dei canestri che l’associazione, dopo avere promosso iniziative benefiche, ha acquistato con l’intenzione, appunto, di attrezzare il campetto da basket di Fogliabella.
Le risorse sono state raccolte a cominciare da agosto 2016. Ed ecco « canestri certificati e idonei, uguali a quelli che si vedono in tutti i campi esterni per esempio Alessandria - racconta Michela Biancardi, una delle esponenti di ‘Mano nella mano’ - Ma sono stati rifiutati perché non dotati della certificazione Fiba (la Federazione della pallacanestro, ndr) richiesta dal Comune, relativa a gare internazionali di serie A e B che si svolgono in centri sportivi dotati di spogliatoi, tribune e misure regolamentari».

LE ULTIME NOTIZIE
‘Contromano’ fino a quando?

Focus

‘Contromano’
fino a quando?

22 Febbraio 2019 alle 15:10

Quante volte avete avuto da ridire con qualche ciclista beccato ‘contromano’? Un comportamento a ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati