Venerdì 26 Aprile 2019

La storia

Eventi, ironia del Comune. Che sfata un luogo comune...

Eventi,  ironia del Comune. Che sfata un luogo comune...

Costanza Zavanone ha la delega alle Attività culturali

‘A Valenza non c’è niente’ titolano da un paio di due totem di piazza Gramsci e via Camurati, che contengono gli ‘appuntamenti brillanti nella città del gioiello’ come recita il sottotitolo, il tutto a cura degli assessorati alla cultura ed alle manifestazioni. Che sia la classica ‘excusatio non petita, accusatio manifesta’, ovvero la scusa non richiesta che si trasforma poi in una evidente accusa come recita il brocardo latino, oppure che la giunta abbia deciso di seguire la strada dell’autoironia perché punzecchiata dalle opposizioni?

«Guardi non è niente di tutto questo – dice il vice sindaco ed assessore alla cultura, Costanza Zavanone – che a Valenza non ci sia niente non è vero, questo è un vecchissimo luogo comune che si rinnova nelle piccole città di provincia».

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati