Domenica 11 Aprile 2021

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

In-forma

Non fa più freddo… non fa ancora caldo: consigli per restare in forma a inizio primavera!

Recuperare il benessere in vista della stagione mite

Non fa più freddo… non fa ancora caldo: consigli per restare in forma a inizio primavera!

È da poco cominciata la primavera, ma le temperature, in questo periodo, sono ancora altalenanti.

Il nostro corpo, non sopporta di buon grado cambiamenti repentini, soprattutto se non sono dettati dalla propria volontà. Ecco quindi, che non appena ci distraiamo un secondo o abbiamo la testa in preda a svariati pensieri, raccogliere quell’oggetto da terra, fa comparire una bella fitta sulla nostra schiena. Quali, dunque, le buone abitudini per prevenire?

Il risveglio

La nostra quotidianità, ha un inizio quasi sempre frettoloso e poco attento. La fretta di non essere in orario, ci domina e ci occupa la testa appena sentiamo quel fastidioso suono della sveglia. Questo comportamento è il primo che possiamo correggere per evitare spiacevoli inconvenienti per le successive 16/18 ore.
Non siamo macchinari! Non basta girare una chiave o schiacciare un pulsante per “avviarci”. Il nostro è un sistema complesso, fatto di armonia e sintonia tra muscoli e organi, che non si può ottenere in 10 minuti.

“Bip Bip Bip”...la sveglia suona...apri gli occhi e...RESPIRA!

Controllare la nostra respirazione, nei primissimi istanti del nostro risveglio, fa si che polmoni, cuore e circolazione passino dalla modalità “risparmio energetico” a “power on”.

Successivamente, invece di alzarti, come una catapulta d’epoca romana, con l’obiettivo di lanciare la testa il più lontano possibile, portati lentamente in posizione fetale su un lato del corpo, e lascia che siano le gambe a fare il primo movimento oltre il materasso. Dopo di che, aiutandoti con le braccia, portati seduto e resta fermo qualche istante. Questa attenzione, fa sì che la circolazione riprenda un flusso alto-basso, piuttosto che di stasi in posizione orizzontale. Eviterete così giramenti di testa, causati dallo sbalzo di pressione portato dal movimento stesso dei fluidi all’interno del corpo, e darete tempo al sangue di irrorare in modo equilibrato la muscolatura periferica (piedi, polpacci, mani…).

Saremo dunque “più liberi per partire”.

Il risveglio “muscolare”

Ebbene si! Costruire una routine mattutina, che preveda una piccola “sessione di allenamento”, può aiutarti ad aver una miglior mobilità durante la tua giornata.

Bastano 15’/20’ minuti di esercizi che interessino tutto il corpo, come lo Yoga, il Mobilizing, ovvero quei movimenti atti a preparare le varie articolazioni agli “sforzi” che dovrà affrontare, importante non confonderlo con la “Mobilità” o lo “Stretching”, o il semplice Pilates.

Questa buona abitudine, vi aiuterà ad essere più energici e positivi oltre che più “in salute”, tutto ciò grazie agli ormoni che siamo andati a stimolare grazie al semplice movimento.

In attesa della primavera iniziamo dunque a “muoverci” gradualmente per risvegliare altrettanto gradualmente il nostro corpo e prepararlo alla bella stagione. Ne coglieremo certamente i migliori frutti!

***

LA PROSSIMA SETTIMANA IN-FORMA PARLERÀ DI…

"Pronti per riprendere le mobilità outdoor? Quali sono le attività che ben si integrano con l’avvio della bella stagione? Lo scopriamo insieme…"


Se vuoi segnalare ad Alessio un tema di approfondimento legato alla forma fisica, al movimento, alla preparazione fisica e al fitness in generale scrivi a: alessiomiravalle@gmail.com
Se pertinente verrà trattato il prima possibile.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La campagna

Over 60:
da questa mattina
pre-adesioni per i vaccini

08 Aprile 2021 ore 07:36
.