Lunedì 04 Luglio 2022

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Meme

Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori…

social-network-profilo

Che, per chi ha letto l’Ariosto, continua con “… le cortesie, l’audaci imprese io canto”. Sono le parole del Proemio dell’Orlando Furioso. L’incipit della sua opera non ne è il riassunto della trama, ma è la promessa che fa ai suoi lettori perché, nel clima cortese in cui scrive, comunica che quelle saranno le atmosfere create e le avventure raccontate.

Anche per chi usa, per diletto o per lavoro, i social media scegliere e comunicare la propria promessa è essenziale: significa stringere un patto con i propri lettori sulla base di un valore utilitaristico o di intrattenimento, concreto o dilettevole che essere seguiti sempre comporta. Come tutte le promesse, anche quella fatta ai propri follower deve essere nel tempo mantenuta ed è un atto di responsabilità: le notizie condivise, le immagini e i video pubblicati, il linguaggio e il tono di voce adottati non solo influenzano come siamo percepiti all’esterno, ma anche in che misura contribuiamo alla qualità del contesto a cui partecipiamo.

Che opinione si formeranno di noi coloro che inizieranno a seguirci e continueranno, post dopo post, story dopo story, a farlo? Non solo i protagonisti della Rete, ma anche tutti noi rechiamo una “promessa” e tradirla - con un post che non la rispetti o un comportamento con essa incoerente - può pregiudicare il nostro seguito e la nostra reputazione.

Un tempo c’erano i biglietti da visita e ogni tanto è bello liberarli dalla polvere che inevitabilmente vi si è depositata sopra: oggi ci sono i profili social, i biglietti da visita che, a distanza di tempo ed al di fuori del contesto, parlano di noi al mondo. Tenerli puliti è altrettanto importante. Per rivolgersi ad un pubblico, attraverso i social media, occorre fare alcune scelte di comunicazione così da risultare, nei confronti del nostro pubblico, se non migliori, almeno diversi dagli altri.

comunicazione-social-network

Se la promessa è la ragione per la quale le persone decidono di seguirci sui social media, chi gestisce profili ha l’opportunità di costruire al meglio la propria presenza online lavorando sui seguenti aspetti:

  • come detto, formulare una ‘promessa’ a cui tenere fede;
  • identificare un ‘carattere’ con cui esprimersi;
  • trovare un ‘tono di voce’ da adottare;
  • scegliere un ‘linguaggio’ da utilizzare;
  • pubblicare contenuti vari ed interessanti.

Il carattere identifica il soggetto che comunica e i suoi principali elementi distintivi:

  • pubblicherò come persona o come organizzazione (la mia azienda, la mia associazione, …)?
  • lo farò con un profilo riconducibile ad una persona in carne ed ossa o, come consentito da alcune piattaforme, si tratterà di un account anonimo o fittizio?
  • la comunicazione avverrà in un contesto pubblico (un profilo TikTok o Instagram) o in un contesto protetto (un gruppo Facebook privato)?

La scelta del 'tono di voce' comunica invece il modo con cui scegliamo di esprimerci: spiritoso, curioso, polemico, giornalistico, a seconda delle attitudini e delle preferenze che ci contraddistinguono. Una stessa informazione può infatti essere trattata in modi differenti.

Il 'linguaggio' infine è relativo ai contenuti che possono essere condivisi sfruttando le potenzialità tecniche delle diverse piattaforme e scegliendo coerentemente i termini e lo stile del racconto testuale e visuale, ad esempio:

  • in forma tecnica o divulgativa: affrontando in modo specialistico un argomento o, al contrario, prendendosi a cuore di far capire ai destinatari i suoi termini e il suo significato ad un pubblico più ampio;
  • testuale o multimediale: limitandosi a descrivere a parole un contenuto o avvalendosi di immagini, video, gif animate, immagini a 360° e ogni altro formato che può essere riprodotto sulle diverse piattaforme digitali;
  • unidirezionale o interattivo: limitandosi a comunicare un contenuto o invitando i destinatari a interagire con esso attraverso opzioni fra le quali scegliere, risposte da dare, sondaggi a cui partecipare, etc.

Più queste impostazioni risultato originali e coerenti, più i contenuti pubblicati contribuiranno a creare identità e l’identità è il miglior mezzo per generare ricordo.

TORNA AL BLOG DI ANDREA BOSCARO

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.