Mercoledì 12 Agosto 2020

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

La testimonianza

Per tanti nostri amici è un'attesa che dura una vitaa

Per tanti nostri amici è un'attesa che dura una vitaa

Il verbo attendere deriva dal latino ‘ad’, verso, e ‘tendere’, rivolgere. Quante volte nella nostra vita abbiamo i pensieri e il cuore rivolti verso qualcuno o qualcosa?

Attendere è anche quello che stiamo facendo tutti noi, da settimane ormai. È come se fossimo tutti in una grande sala (d’attesa, appunto), aspettando che si apra una porta la cui soglia è la libertà.

Ma se così non fosse? Se la porta della libertà non si aprisse mai e dovessimo passare tutti i nostri giorni, tutta la nostra vita in un limbo, senza sapere se le nostre speranze saranno esaudite?

Bene, ora cambiamo punto di vista...

C’è chi attende, involontariamente, da tempo, da troppo tempo, a volte da una vita intera. Proviamo a guardare il mondo con gli occhi dei cani ospiti dei canili che da anni, in alcuni casi da sempre, vedono il “mondo” solo “a quadretti” e per quadretti intendo le reti dei box in cui sono ospitati. Ogni anno in canile accogliamo, accudiamo e purtroppo a volte vediamo spegnere la vita e le speranze di molti cani dopo anni e anni trascorsi in un box, in una sorta di attesa della libertà di correre in un giardino, di farsi un pisolino al caldo, di sentirsi parte di una famiglia, di annusare e scoprire tutto ciò che è fuori.

Tutto questo ora è ancora più difficoltoso, considerato che la struttura è chiusa al pubblico e che le adozioni sono sospese (per ottemperanza a decreto e relative successive ordinanze dell’Asl).

I nostri ospiti a quattro zampe non possono uscire per godersi una passeggiata insieme ai visitatori che abitualmente li accompagnano e rimane loro solo la costanza, la dedizione e l’affetto dei volontari.

Quello che speriamo è che questa tempesta che ora ci allontana una volta finita possa unirci, lasciando dietro di sé una scia di empatia e anche dei nuovi punti di vista.

Quello che sogniamo è che dopo aver tutti compreso cosa significa la privazione di un bene importante, tante code felici possano varcare il cancello del canile, alla scoperta della tanto sospirata libertà.

Aiutateci, quando si potrà, a prenderci cura di loro ancora meglio, ancora più forti! Sempre per loro!

*Elena Gamalero - Associazione tutela animali

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Polstrada

La lunga coda sull'A26? Un camionista addormentato!

05 Agosto 2020 ore 09:01
.