Lunedì 03 Agosto 2020

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Alessandria

Omicidio Igina Fabbri, la Corte si è ritirata per decidere

Per il figlio della vittima la Procura ha chiesto l’ergastolo. La difesa: “Assoluzione”

Omicidio Igina Fabbri, la Corte si è ritirata per decidere

ALESSANDRIA - E’ ripreso questa mattina alle 9.30 il processo davanti alla Corte d’Assise di Alessandria il processo contro Mauro Traverso, accusato dell’omicidio della madre, Igina Fabbri, avvenuto ad Arquata Scrivia. L’udienza è iniziata con le repliche del pubblico ministero, Alessio Rinaldi, che puntualizza alcuni argomenti trattati la scorsa udienza dalla difesa.

Mauro Traverso è accusato di omicidio volontario: la vittima fu trovata morta il 6 febbraio 2018 per ipotermia. 

L’arresto cinque mesi dopo il drammatico ritrovamento della donna. Lo avevano eseguito i Carabinieri del Comando Provinciale di Alessandria ad Asti dove l’uomo si era trasferito a vivere con la compagna. 

La difesa, affidata all’avvocato Aldo Mirate, ha sostenuto l’innocenza dell’imputato, cercando di provare la tesi di Traverso secondo cui la madre fu sequestrata da balordi a cui aveva sottratto cinquanta grammi cocaina.

Il pubblico ministero ha chiesto l’ergastolo, la difesa si è espressa per l’assoluzione.

La Corte d’Assise si è ritirata ora in camera di consiglio per decidere.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.