Martedì 22 Settembre 2020

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Il sopralluogo

Protezione civile, il sindaco chiamerà anche Borrelli

Protezione civile,  il sindaco chiamerà anche Borrelli

ALESSANDRIA - Il sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco, gli assessori Giovanni Barosini (Lavori Pubblici) e Piervittorio Ciccaglioni (Politiche sociali), i dirigenti Pierfranco Robotti e Marco Neri, un gruppo di tecnici comunali, i rappresentanti della sede regionale delle Opere Pubbliche in Alessandria e i rappresentanti tecnici della Provincia di Alessandria e dell’Aipo hanno incontrato questa mattina, per valutare insieme i danni del maltempo di inizio mese, i funzionari della Protezione civile nazionale.

"Abbiamo presentato la documentazione che abbiamo preparato e redatto già dai primi momenti successivi agli eventi calamitosi che il 1° e 2 agosto scorsi hanno inaspettatamente e duramente colpito Alessandria e sobborghi - spiega il primo cittadino - e abbiamo riscontrato sincera attenzione da parte dei nostri interlocutori circa le diverse fattispecie di danno che la nostra realtà locale ha subito. Al fine di pervenire in tempi rapidi alla definizione di quanto necessario per consentire il proseguimento dell’iter procedimentale che questa mattina la Protezione civile ha avviato sul “caso Alessandria”, ci hanno suggerito di implementare la descrizione di alcuni ulteriori aspetti, soprattutto relativi ai danni subiti dai soggetti privati e che si sommano a quelli inferti al patrimonio comunale".

"Sarà mia cura - prosegue Cuttica di Revigliasco - nelle prossime ore contattare direttamente anche il Capo del Dipartimento nazionale della Protezione civile, Angelo Borrelli, per ringraziarlo personalmente della solerzia con cui ha attivato il proprio Dipartimento. Coglierò anche l’occasione per porgli in evidenza, come ho già fatto questa mattina, il fatto di quanto sia importante e opportuno – pur nel distinguo del recente caso emergenziale alessandrino rispetto alle classificazioni ordinarie di “calamità naturali” - che la Protezione civile e il Governo colgano l’insieme di difficoltà che complessivamente ha interessato Alessandria nell’ultimo periodo e la fatica della nostra comunità nel dover fronteggiarle alla luce della delicata situazione economico-finanziaria dovuta al rispetto del Piano dei Riequilibrio vigente».

Al termine dell’incontro, la visita è proseguita con il sopralluogo in viale Milite Ignoto (dove sono state raccolti tutti gli alberi sradicati o che si sono dovuti abbattere dopo il maltempo del 1° e 2 agosto scorsi), alla Scuola Mary Poppins e al Palazzetto dello Sport “PalaCima”, significativamente danneggiati.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

>

Le notizie più lette

.