Giovedì 21 Gennaio 2021

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Calcio - Grigi

Rolando e Giorno, duelli con il Bari

Gazzi di nuovo in gruppo: "Io a Busto? Magari"

Domani in campo.   Idea Rolando a destra

Gabriele Rolando è in uscita dalla Reggina, se lo contendono Alessandria e Bari

ALESSANDRIA - L'obiettivo finale della stagione è lo stesso, la serie B. Anche per questo Alessandria e Bari hanno messo nel mirino gli stessi interpreti per alcuni ruoli. Si annunciano duelli: il primo è per Gabriele Rolando, classe 1995, laterale destro, vivaio Sampdoria, da due stagioni alla Reggina, con cui ha vinto il campionato, dopo aver vestito le maglie di Como, Matera, Latina, Palermo e Carpi, tre anni e mezzo complessivi in B. Un jolly, che era anche nel mirino dell'Avellino, ma gli irpini hanno fatto un passo indietro, mentre il Bari propone anche uno scambio, offrendo agli amaranto l'attaccante Simeri. Rolando ha un contratto in scadenza a giugno 2021, la società grigia potrebbe valutare anche un accordo gino a giugno 2023. Sarebbe il quarto elemento a fare il viaggio dallo Stretto al Moccagatta.

Il Bari è anche sulle tracce di Francesco Giorno, classe 93, in uscita dal Monopoli, a cui è legato, però, fino a giugno 2022 (e non si esclude anche la formula del prestito). Per il centrale di centrocampo (che può giocare anche come mezzala e trequartista,  anche una esperienza nella serie A svizzera, al Chiasso e, in C, Pro Patria, Casertana, Modena, Monza, Vis Pesaro e Vicenza,

Resta, comunque, ancorea aperta la strada che porta a Davide Agazzi, svincolato dal Livorno, anche se non ancora accasato. Il Vicenza ci prova, il Venezia pure, ma con meno insistenza. C'è anche il Padova: il peso della B potrebbe fare la differenza.

TORNANO IN DUE

L'infermeria si sta svuotando: da oggi lavoro a tempo pieno con il gruppo per Alessandro Gazzi e Gabriele Bellodi, mentre  sono previsti ancora accertamenti per Frediani prima del via libera. "Mi sono concentrato, giorno dopo giorno, sul mio recupero, aggiungendo qualcosa ad ogni seduta, sul piano fisico e mentale - racconta il capitano - Ci sarà concorrenza in mezzo? E' un bel segnale, un vantaggio avere più scelte e dal confronto con i compagni io esco sempre arricchito".

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La lettera

Il direttore rimette
il mandato

17 Gennaio 2021 ore 16:49
Il video

Quargnento: il procuratore e la tragedia

15 Gennaio 2021 ore 11:06
.