Giovedì 15 Aprile 2021

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

domani

Novi, sullo stop alle vaccinazioni Pd e M5s vogliono vederci chiaro

Zippo: «Intervenga l'assessore Icardi». L'Asl: «La revisione del programma vaccinale dovuto al problema Astra Zeneca»

Novi, sullo stop alle vaccinazioni Pd e M5s vogliono vederci chiaro

NOVI LIGURE — A Novi Ligure la sospensione della campagna vaccinale, nella giornata di domani, fa ancora discutere. Partito Democratico e Movimento 5 Stelle non credono alla versione secondo cui lo stop ai vaccini non sarebbe collegato al passaggio della Milano-Sanremo.

«La decisione di sospendere le vaccinazione per l'intera giornata di sabato è ingiustificata – dicono i Democratici – Non sappiamo chi abbia preso questa decisione, se il Comune di Novi o l’Asl, ma si poteva trovare una soluzione che permettesse sia il passaggio della gara che le vaccinazioni. La Milano-Sanremo non è un evento improvviso e imprevedibile».

Anche Lucia Zippo, capogruppo del Movimento 5 Stelle, chiede trasparenza: «Occorre chiarire se la causa sia attribuibile al passaggio della corsa ciclistica oppure ad altri motivi. A prescindere dalla possibilità di gestire l'evento in simultanea con il piano vaccinale, è comunque inaccettabile sospendere le vaccinazioni in piena terza ondata di contagi, in zona rossa e per di più dopo aver perso giorni preziosi a causa della vicenda Astra Zeneca».

«È doveroso un intervento da parte dell'assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi per individuare i motivi che hanno portato alla sospensione del regolare piano di vaccinazione a Novi e non, ad esempio, in altri distretti della stessa Asl e in altre zone del Piemonte».

Leggi anche Vaccini stop? Non è colpa della Milano-Sanremo

L’Asl, con una nota ufficiale, ha fatto sapere che «la sospensione del vaccino Astra Zeneca ha richiesto la totale revisione della programmazione vaccinale. In particolare, per sfruttare comunque le fasce orarie riservate alle categorie di cittadini a cui era destinato il vaccino Astra Zeneca, le vaccinazioni di molti ultraottantenni sono state anticipate e riprogrammate negli orari lasciati liberi. La riprogrammazione è stata effettuata sulla base alle scorte rimaste disponibili».

«Tutto ciò ha comportato l’interruzione delle vaccinazioni in alcuni centri vaccinali per il giorno di sabato 20 marzo. Nella giornata di oggi, 19 marzo, gli operatori Asl hanno ripreso le convocazioni per le vaccinazioni con Astra Zeneca che riprenderanno domenica 21 marzo», concludono dall’azienda sanitaria.

Leggi anche Il Piemonte accelera sui vaccini

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La campagna

Over 60:
da questa mattina
pre-adesioni per i vaccini

08 Aprile 2021 ore 07:36
.