Giovedì 24 Giugno 2021

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

l'accusa del pd

«Riparti Novi: solo propaganda, la Lega rischia di dover restituire i soldi»

Per l'opposizione il partito di Cabella "si fa bello" con i fondi arrivati dal governo Conte bis: se non spesi, ritorneranno a Roma

«Riparti Novi: solo propaganda, la Lega rischia di dover restituire i soldi»

NOVI LIGURE — Opposizione all’attacco del sindaco Gian Paolo Cabella per i fondi del “Riparti Novi”, il provvedimento varato dalla giunta comunale che punta a sostenere famiglie e imprese colpite dalla crisi economica conseguente al coronavirus.

Per il centrosinistra, i manifesti affissi in giro per la città dalla Lega con un “riassunto” del provvedimento (150 mila euro per le aziende, 100 mila per i buoni spesa, 100 mila per il pagamento delle bollette, 30 mila per i disabili e 33.500 per le associazioni sportive) costituiscono «un’operazione di propaganda che sfiora la menzogna».

Leggi anche "Riparti Novi", 400 mila euro per imprese, famiglie e disabili

Secondo Pd, Articolo Uno e 20xNovi, «la Lega ha trasformato l’amministrazione comunale in uno strumento di propaganda elettorale, confondendo sempre più il ruolo dell’amministrazione pubblica, che è di tutti i novesi, con gli interessi del partito».
In particolare, i soldi del “Riparti Novi” arrivano da un fondo messo a disposizione del Comune dal governo Conte 2, di cui la Lega era feroce oppositrice. «Soldi che avrebbero potuto, e dovuto, essere spesi prima, nei momenti più duri della crisi pandemica. Soldi che dovranno essere restituiti a Roma, se il Comune non si affretta a spenderli».

«Il fatto che questi fondi vengano stanziati con colpevole ritardo, è l’ennesima prova della incapacità amministrativa della giunta Cabella – accusa l’opposizione – Il fatto che questo stanziamento tardivo venga usato dalla Lega per affiggere manifesti di propaganda, con tanto di simbolo e slogan “Grazie sindaco Cabella”, è una presa in giro nei confronti dei cittadini».

Leggi anche Terminata l'erogazione dei buoni spesa

E ancora: «Se i fondi per affrontare l’emergenza Covid sono spesi solo in parte, e con colpevole ritardo, è grazie al sindaco Cabella. Se le attività che il Comune deve fare verso tutti i cittadini novesi sono strumentalizzate ai fini della propaganda leghista è nuovamente grazie al sindaco Cabella. Se si moltiplicano i consigli di amministrazione nelle società partecipate, per fare posto ad amici vari, è sempre grazie al sindaco Cabella. Se la città è sempre più sporca, se la raccolta differenziata è partita in ritardo e male, è grazie al sindaco Cabella».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Il gesto disperato

Si dà fuoco a Moleto: interviene l'elisoccorso

16 Giugno 2021 ore 10:02
Video

Rissa lungo Tanaro:
il filmato dello scontro

21 Giugno 2021 ore 12:14
.