Mercoledì 22 Settembre 2021

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Lo scontro

Mazzucco solidale con l'assessore di Voghera Adriatici, caos in consiglio

Ieri sera bagarre dopo le parole del capogruppo di Difesa e Ripresa

Mazzucco si dice solidale con l'assessore di Voghera e in consiglio domina il caos

Francesco Mazzucco (immagine di repertorio)

CASALE - Quello di ieri sera a Casale è stato un consiglio comunale caldo non solo per il clima; a Palazzo San Giorgio il caos l'ha fatta da padrone e a scatenarlo è stato forse uno dei consiglieri meno attesi: il capogruppo della civica Difesa e Ripresa Francesco Mazzucco, collegato in video conferenza.

Ad accendere la miccia nel parlamentino è stata una sua dichiarazione (completamente avulsa dal contesto di cui si stava discutendo) con cui ha aperto il commento alla previsione di bilancio presentata dall'assessore al Bilancio Giovanni Battista Filiberti: «Mi sento solidale e di conforto all'avvocato nonché ex funzionario di polizia Massimo Adriatici, assessore del Comune di Voghera. Sicuramente si trova in momenti brutti e di difficoltà, ma sono certo che dopo che la magistratura avrà terminato il suo percorso giudiziale, ritroverà il sereno».

Inizialmente passato inosservato, questo passaggio è stato richiamato più avanti nello stesso dibattito dal capogruppo del Pd Luca Gioanola: «Speravamo di aver capito male, ma riascoltando la registrazione è chiaro come il consigliere Mazzucco abbia mostrato solidarietà ad Adriatici. Ma che bisogno c'era? C'è qualcuno che lo ha accusato? - cercando poi di richiamare l'attenzione del presidente Fiorenzo Pivetta - Presidente deve essere più sul pezzo, ho sentito esprimere solidarietà a uno che girava con una calibro 22 in tasca e ha ucciso un uomo con famiglia, le chiedo di stare più attento, incredibile!».

«Chiedo scusa, purtroppo essendo a distanza non ho sentito bene l'intervento ma concordo col fatto che la dichiarazione non sia conforme ai temi della serata» ha provato a 'tamponare' Pivetta. La questione sembrava chiusa definitivamente ma qualche minuto più tardi e dopo vari interventi, il capogruppo di Fdi Giampiero Farotto ha ripreso l'argomento entrando 'a gamba tesa': «Lasciatemi esprimere solidarietà al consigliere Mazzucco in quanto siamo uomini liberi e possiamo esprimere pensieri e pareri senza chiedere il permesso a nessuno». La replica di Gioanola, che ha preteso di riavere il microfono, non si è fatta attendere e il bersaglio, più che Farotto, è stato ancora Pivetta: «A lei va bene? Questi sono pareri ma vanno espressi perlomeno con buon senso e nei contesti esatti, nessuno sta parlando del tema in esame. A loro permette tutto!». 

«Per favore Gioanola la smetta, anche lei molte volte è andato fuori tema» ha sbottato il presidente del consiglio. Ed è in quel momento che nello scontro si è inserito anche il capogruppo di Ritrovare Casale, l'ex sindaco Giorgio Demezzi, che alzatosi dalla postazione, ha attaccato con toni sostenuti lo stesso Pivetta: «Lei non è in grado di gestire questo consiglio!». E come se non bastasse a gettare ulteriore benzina sul fuoco ci ha pensato ancora Mazzucco che ha ripreso la parola: «Chiedo scusa e assumo le conseguenze di quello che ho detto. Constato anche consigliere Gioanola che lei sia sempre arrabbiato e teso». 

È allora che il gruppo del Pd ha abbandonato la sala consiliare e a nulla sono serviti i tentativi di mediazione da parte di alcuni consiglieri della maggioranza. La protesta è però durata pochi istanti visto che i dem sono rientrati in aula quasi immediatamente.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Castelletto d’Orba

Incidente di caccia: un uomo
trasportato in ospedale, è grave

19 Settembre 2021 ore 16:30
La tragedia

Morto nella notte il cacciatore ferito da un cinghiale

20 Settembre 2021 ore 10:11
.