Giovedì 06 Ottobre 2022

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Coldiretti

Zanzare: qualche consiglio naturale per difendersi

Dai tutor dell’orto di Campagna Amica, ecco alcuni suggerimenti e indicazioni 

03 Agosto 2021 ore 16:39

di Fabiana Torti

Zanzare: qualche consiglio naturale per difendersi

ALESSANDRIA - Puntura di zanzara in agguato sulla pelle degli alessandrini rimasti in città. Da quando Ipla Alessandria ha comunicato che il campione di zanzare raccolto tra il 27 e 28 luglio, risulta positivo a West Nile Virus la discussione si è accesa tra preoccupazione e rassicurazioni.

“La problematica zanzare costituisce per la provincia di Alessandria una tematica molto seria e assai dibattuta nel tempo con  rischi e situazioni ben conosciuti dove la diffusione dell’insetto è favorita dall’ampia rete di canali e dal patrimonio fluviale – hanno commentato il presidente e il direttore Coldiretti Alessandria, Mauro Bianco e Roberto Rampazzo -. La causa è da ricercare anche nel caldo anomalo e nelle temperature “bollenti” che fanno moltiplicare le larve nell’acqua che ristagna. Non dobbiamo dimenticare che questi insetti parassiti dell’uomo, decisamente fastidiosi, costituiscono però la base alimentare di moltissimi animali. Quindi dobbiamo conviverci anche se la loro proliferazione non è affatto un buon segno dal punto di vista ecosistemico: vuol dire che trovano pochi predatori sulla loro strada”.

Per orti e giardini, quindi superfici di dimensioni contenute, si può percorrere anche la strada dei rimedi naturali per contenere il fastidioso problema. Soprattutto sul balcone, oltre alle orticole, è possibile coltivare alcune specie davvero utili. Il geranio è famoso per il suo potere repellente, così come la citronella o la lavanda.

Inaspettatamente, pure l’erba gatta è un potentissimo antizanzare, tanto da risultare dieci volte più efficace rispetto ai repellenti chimici ricchi di dietiltoluamide. Anche l’olio essenziale ricavato da questa pianta ci può venire in soccorso per la prevenzione dalle punture d’insetto. Una citazione a parte merita la calendula ricca di piretro: può esser facilmente seminata in piena terra ai bordi dei cespugli, oppure coltivata in vasi, che possono esser posti sui davanzali o vicino all’ingresso di casa. È ottima anche nell’orto sinergico accoppiata a diverse piante come pomodori e zucchine. Lo stesso succede con il tagete, splendida pianta ornamentale. Infine la verbena odorosa, pianta che predilige inverni miti ed è un’efficace repellente contro gli insetti, tanto che dalla distillazione delle foglie e delle sommità fiorite si ricava un olio essenziale dall’alto potere insettifugo.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

.