Giovedì 20 Gennaio 2022

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Ovada

Ospedale di Ovada: botta e risposta fra la Lega e Ravetti (PD)

Manifesti del Carroccio: "Vergognati". La replica dell'ex sindaco di Castellazzo

Ospedale di Ovada: botta e risposta fra la Lega e Ravetti (PD)

OVADA - Sono ancora affissi in diverse plance della città i manifesti realizzati dalla sezione locale della Lega sul tema della sanità territoriale. "Un argomento caro a tutti noi ovadesi - si legge nel testo dei cartelloni (nella foto sotto), in cui viene fatto riferimento al presidio ospedaliero di via Ruffini -. L'assessore regionale Icardi (Lega) ha riconfermato quanto aveva già affermato in occasione della sua prima visita ad Ovada: l'ospedale manterrà tutti i suoi servizi esistenti!".

Oltre ad annunciare la conferma della presenza del Distretto sanitario all'interno dell'ospedale vecchio (di via XXV aprile), dal Carroccio si punta il dito contro il consigliere regionale Domenico Ravetti (PD), reo, a detta dei committenti del messaggio (che lo hanno invitato a vergognarsi), di aver provocato un allarme ingiustificato con la pubblicazione dei contenuti relativi al piano di riorganizzazione (con annesso depotenziamento della struttura ovadese) messo nero su bianco dell'Asl Al. 

La reazione dei "dem"

"La Lega ha deciso di attaccarmi con manifesti dove sono state usate sul mio conto parole spiacevoli - ha replicato Ravetti (nella foto sotto) -. Pur riconoscendo che tra loro ci sono persone di qualità, compresi molti colleghi del Consiglio regionale e parecchi amministratori comunali che con il loro silenzio odierno mi hanno dimostrato tutto l'imbarazzo per il contenuto del manifesto, conosco il linguaggio leghista "poco ragionato" e, in questo senso, c'è un pezzo di quel partito che non mi stupisce più".

"Sia chiaro - prosegue Ravetti -, non mi vergogno affatto per aver reso pubblico il documento tecnico con cui Asl Al proponeva alla Regione la destinazione di 23 milioni di euro del PNRR (acronimo di Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza) per la salute. E non mi vergogno affatto, anzi, per aver contestato fin dall'inizio il metodo della Lega sui criteri d'assegnazione dei fondi per la Ripresa. Grazie per la solidarietà a tutte e a tutti. Un abbraccio al mio segretario provinciale, al mio Capogruppo in Regione".

Nei giorni scorsi la petizione avviata su Change.org da Padre Ugo Barani, presidente dell'Osservatorio Attivo, era stata sottoscritta da oltre 5mila utenti. Una mossa frettolosa, secondo la Lega ovadese. "Non era forse il caso di aspettare prima di procedere con la raccolta firme?".

L'ospedale è salvo, Casa di Comunità al Sant'Antonio

Dopo le polemiche delle ultime due settimane generate dal piano di riorganizzazione Asl 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Il video

Alessandria, rissa in via Pontida

16 Gennaio 2022 ore 15:02
Il lutto

Schianto di Astuti: Elisa aveva 49 anni

18 Gennaio 2022 ore 14:10
.