Giovedì 20 Gennaio 2022

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Il decreto

Alessandria, vietata la caccia

Peste suina, il presidente Cirio firma il provvedimento. Stop alle doppiette

cacciatore

ALESSANDRIA - Niente caccia nell'intera provincia di Alessandria. Lo ha deciso, poco fa, il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, ritenendo lo "stop alle doppiette" un modo per contrastare il diffondersi della cosiddetta peste suina, che sta tenendo in apprensione allevatori di tutto il nostro territorio.

Anzitutto va detto che questo nuovo virus non ha alcun effetto sugli uomini; certo è che, se si diffondesse negli allevamenti (e nell'Alessandrino sono piuttosto numerosi), avrebbe un impatto devastante sull'economia.

Peste suina,
i paesi coinvolti

In provincia di Alessandria si allarga la "zona infetta". I nuovi casi

Una misura di contrasto è limitare la "zona di pericolo", facendo in modo  che i cinghiali, portatori della peste in questione, non si spostino troppo. Fermare la caccia è anche un modo per ridurre i movimenti degli animali selvatici.

Che cos'è

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Il video

Alessandria, rissa in via Pontida

16 Gennaio 2022 ore 15:02
Il lutto

Schianto di Astuti: Elisa aveva 49 anni

18 Gennaio 2022 ore 14:10
.