Lunedì 15 Agosto 2022

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

novi ligure

Cit, per l'ingresso di Trotta Bus serve l'ok del tribunale

Giancarlo Topino (Filt Cgil): «Aspettiamo fiduciosi la valutazione del tribunale, sperando che l'incubo del fallimento sia alle spalle»

01 Marzo 2022 ore 10:30

di Elio Defrani

novi-ligure-incontro-cit-cabella

NOVI LIGURE — Appuntamento in tribunale ad Alessandria il 16 marzo per l’udienza sull’istanza fallimentare del Cit, l’azienda di trasporto pubblico di Novi Ligure. Sarà il giudice delegato Elisabetta Bianco a decidere se l’istanza è ammissibile oppure no e di conseguenza a concedere l’ingresso in società della Trotta Bus, l’impresa di Roma che si è aggiudicata l’85 per cento della società novese, messa in vendita nei mesi scorsi dal Comune di Novi e dagli altri soci.

Intanto ieri il sindaco Gian Paolo Cabella, assieme al segretario comunale Pier Giorgio Cabella e al dirigente Roberto Moro, ha incontrato i rappresentanti sindacali del Cit. Una riunione per fare il punto della situazione sulla vendita delle quote di maggioranza alla Trotta Bus di Roma. I rappresentanti dell’amministrazione comunale hanno spiegato i vari passaggi per arrivare alla cessione delle quote di maggioranza, discutendo poi assieme dei prossimi step per assicurare la continuità del lavoro dei dipendenti della società.

Si è discusso della volontà comune di rendere il passaggio più fluido possibile, «visto che si sta andando verso una conclusione della procedura che ha portato al salvataggio della società», fanno sapere dal Comune. Entrambe le parti erano concordi riguardo la positività della situazione, che assicurerà la permanenza del Cit dando nuova linfa alla società e ai suoi dipendenti.

«Abbiamo davvero fatto tutto il possibile per salvare il Cit – ha commentato il sindaco Gian Paolo Cabella – con tantissimi dipendenti comunali al lavoro per concludere l’iter, e siamo molto soddisfatti della sua riuscita. L’incontro con i sindacati è stato molto proficuo, e la loro presenza è un segno del lavoro collaborativo che è stato fatto per Novi Ligure, per il Cit e per i suoi dipendenti».

Cit , due imprese si contendono le quote di maggioranza

La sfida è tra l’Ati Stav Air Pullman e Trotta Bus

Questo il commento di Giancarlo Topino, segretario provinciale della Filt Cgil: «Siamo fiduciosi e speriamo che si concluda tutto per il meglio, dopo anni di sacrifici da parte dei lavoratori finalmente si inizia a vedere la luce in fondo al tunnel. Aspettiamo fiduciosi la valutazione del tribunale, sperando che ormai l’incubo del fallimento sia passato, anche perché abbiamo visto in altre realtà della provincia cosa è successo con il fallimento. A farne le spese sono sempre e solo stati i dipendenti, ancora oggi affrontiamo problemi non di poco conto, come ad esempio quello che sta succedendo in ex Arfea che è ormai sotto gli occhi di tutti».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La tragedia

Incidente: muore Marco, il fratello di Simone Breggion

06 Agosto 2022 ore 09:04
.