Giovedì 27 Giugno 2019

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Il libro

Grande Guerra: piemontesi in Francia

Grande Guerra: piemontesi in Francia

Garibaldini in Francia

Sono state molte le rievocazioni della Grande Guerra in questi anni. Pochissimi però hanno ricordato anche i soldati italiani che sono morti in Francia. Sono caduti dimenticati a cui ora rende onore Giancarlo Libert, membro della Società di storia, arte e archeologia per le provincie di Alessandria e Asti, con il volume ‘Piemontesi sul fronte occidentale’ (Aquattro Edizioni, pp. 158, euro 18).
Lo studioso riporta anche i nomi di tutti i soldati e gli ufficiali della provincia di Alessandria che sono stati sepolti nei cimiteri militari francesi. Un elenco davvero eterogeneo che riguarda tutto il territorio e dimostra ancora una volta come la parte preponderante dei combattenti venisse dalla campagna. La grande maggioranza non proveniva infatti delle principali città ma di paesi come Castellazzo, Fubine, Prasco, Avolasca, ecc.
Gli italiani andarono a combattere in Francia prima ancora dell’entrata ufficiale in guerra del Paese: Peppino Garibaldi e i suoi fratelli raccolsero oltre 2000 volontari che affrontarono l’esercito tedesco nelle Argonne. L’avventura garibaldina finì nel marzo 1915. Successivamente altri 60 mila lavoratori italiani, le cosiddette truppe ausiliarie italiane in Francia, parteciparono al conflitto. Infine, nella primavera estate del 1918, 25 mila uomini della II armata vennero inviati oltralpe al comando del generale Albricci per ricambiare l’invio di due battaglioni transalpini in Italia dopo Caporetto. Queste truppe ebbero circa 5 mila caduti e oltre 4 mila feriti. Tante vittime dimenticate della follia della guerra a cui ora grazie a Giancarlo Libert viene reso omaggio.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La tragedia

L'odissea di Ingrid
e della s...

19 Giugno 2019 ore 17:53
Capriata d’Orba

Muore schiacciata contro il cancello
dalla propria auto

20 Giugno 2019 ore 08:45
L’inchiesta

Sette medici sotto indagine
per la morte di Ingrid

21 Giugno 2019 ore 13:16
.