Mercoledì 21 Agosto 2019

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Il caso

"Mai fatto discriminazioni. Creare paure è pericoloso"

Guido Chichino, direttore delle Malattie infettive: “Ogni aspetto per noi è importante”

"Mai fatto discriminazioni. Creare paure è pericoloso"

ALESSANDRIA - «L’analisi anamnestica comporta una raccolta di dati a 360 gradi. Specialmente in caso di arrivo di un paziente con una patologia, sospetta o conclamata, della quale non si conosce l’origine. E ciò accade nei reparti di Malattie infettive di tutto il mondo»: il dottor Guido Chichino, direttore della Struttura complessa delle Malattie infettive dell’ospedale ‘Santi Antonio e Biagio’ di Alessandria, elimina ogni dubbio sul caso del paziente che si è sentito discriminato per aver visto esplicitato il proprio orientamento sessuale nella lettera di dimissioni.

«E tale raccolta - prosegue - comprende vari aspetti, da quelli ricreativi a quelli lavorativi: ad esempio, potremmo evidenziare se un paziente è etilista o meno, oppure se ha il diabete, perché queste segnalazioni comportano tutta una serie di eventuali patologie da tenere in conto. E comprende, a maggior ragione, gli orientamenti sessuali di tutti, e ripeto tutti, i pazienti: a seconda dei casi, viene scritto eterosessuale, bisessuale o omosessuale perché, a seconda dei casi, ci sono patologie con maggiore o minore incidenza. È una prassi abituale che viene seguita in ogni Paese del mondo». 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Valenza

Donna aggredita
da un pit bull

20 Agosto 2019 ore 18:04
.