Giovedì 20 Febbraio 2020

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

L'intervista

"Saremo credibili se anziché di nomi parliamo di temi"

Ravetti e l’alleanza Pd-M5S: “Sono scettico, ma abbiamo punti in comune”

"Saremo credibili se anziché di nomi parliamo di   temi"

TORINO - «Prima i programmi, poi che si ragioni sulle persone». Facile a dirsi, caro Domenico Ravetti. «Se non si fa così, si perde credibilità».

Capogruppo del Pd in Regione, anima spesso critica all’interno di un partito che di monolitico (per fortuna) ha poco, Ravetti guarda con scetticismo all’intesa con il Movimento Cinque Stelle che dovrebbe concretizzarsi a ore.

Il suo auspicio pare un miraggio, sotto certi versi. "Però è chiaro che si debba partire seriamente dagli effetti che le scelte possono avere sugli italiani. Condividere programma e valori significa costruire su basi solide. Ragionare sui nomi è debolezza".

Il segretario regionale del suo partito, Paolo Furia, ha scritto a quello nazionale, Zingaretti, chiedendo attenzione per il Piemonte, dunque ministri piemontesi. "Non è con qualche ministro della nostra regione che si può salvare l’Italia. Né con un’alleanza allestita giusto per non tornare al voto. Piuttosto, sul Piemonte, diciamo altro".

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Lavoro

Le offerte di lavoro del Centro per l'Impiego

10 Febbraio 2020 ore 08:35
novi ligure

Pullman contro camion,
incidente alla rotonda

14 Febbraio 2020 ore 19:31
.