Lunedì 09 Dicembre 2019

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Castelletto d'orba

Stato di emergenza «boccata d'ossigeno»

Commenti positivi dei sindaci dei comuni più danneggiati dalla recente alluvione

«Area della Pieve a rischio evacuazione»

Casale Valle Occhi, una delle aree più colpite a Silvano

CASTELLETTO D'ORBA - Una boccata d’ossigeno che l’Ovadese attendeva in un periodo difficile. E’ stata questa la prima reazione dei sindaci impegnati a riparare i danni causati dall’alluvione dello scorso 21 ottobre alla notizia della dichiarazione dello stato di emergenza e dello sblocco di 17 milioni di euro. «Già questa è una stagione in cui si dorme poco a causa del maltempo – racconta Mario Pesce, primo cittadino di Castelletto – Almeno adesso siamo un po’ più tranquilli». Nel suo caso sono già partiti i lavori legati alle ordinanze, un computo complessivo di 1 milione 500 mila euro. «Ne serviranno – chiarisce – molti di più. Intanto se il meteo ci lascia lavorare qualche giorno rimandiamo a casa le persone che hanno lasciato la Bozzolina». Sollievo anche a Silvano d’Orba. Il sindaco Coco aveva invocato l’intervento delle istituzioni per l’area della Pieve, pesantemente colpita. «Ora – afferma – la situazione è meno grave. I fondi per gli interventi in urgenza sono un primo passo. Il secondo passaggio dovrà riguardare interventi di prevenzione». I fronti sul territorio sono tanti. Nel frattempo a Rocca Grimalda è stato riaperta la provinciale 199 delle Fontane, accesso principale al paese dalle 185 Ovada – Alessandria.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Alessandria

Scomparsi da 5 giorni,
il ritorno a casa

02 Dicembre 2019 ore 23:17
Lo speciale

Il docufilm sulla tragedia
di Quargnento

05 Dicembre 2019 ore 02:00
La fotografia

Parcheggio
maldestro 

03 Dicembre 2019 ore 11:36
.