Martedì 22 Settembre 2020

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

La storia

"Ora sono libera di essere omosessuale"

Allontanata dalla comunità perché omosessuale, ha lottato per la sua libertà

"Ora sono libera di essere omosessuale"

ACQUI TERME - Miriam ha dovuto subire l’allontanamento dalla comunità dei testimoni di Geova di Acqui Terme e dalla famiglia, perché non accettavano la sua omosessualità. «Mi ero spostata, secondo le convenzioni, ma non ero libera. Non ce l’ho più fatta a mentire». Ora grazie al gruppo Lgbt ha una nuova vita: «voglio studiare e trovare un lavoro stabile, ma soprattutto voglio essere libera».

Miriam è riuscita a malapena a pagare le spese essenziali. Sino a chiedere aiuto e mangiare alla ‘mensa dei poveri’: «Qualsiasi cosa pur di non gravare sulle spalle di nessuno» il suo motto. E di gente che ha provato ad approfittare della sua condizione ce n’è stata. «Un datore di lavoro, visto che sono lesbica, mi ha proposto di fare sesso a tre con la sua compagna - racconta sgomenta - Ho rifiutato l’offerta e ovviamente ho perso il lavoro».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

>

Le notizie più lette

.