Venerdì 10 Aprile 2020

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Alto Monferrato

In tre potavano le viti "in nero", uno di loro con il reddito di cittadinanza

Maxisanzione per il datore di lavoro

In tre potavano le viti "in nero", uno di loro con il reddito di cittadinanza

ALTO MONFERRATO - Nella giornata dell’11 febbraio gli ispettori dell’Ispettorato del Lavoro di Asti-Alessandria, nel corso di accertamenti ispettivi mirati nel territorio dell’Alto Monferrato, hanno individuato 4 lavoratori addetti alla potatura delle viti, di cui 3 risultati sprovvisti di qualsivoglia regolarizzazione lavoristico-contributiva.

Due dei tre lavoratori irregolari sono stati regolarizzati successivamente all'accesso ispettivo mentre per l’ulteriore lavoratore occupato irregolarmente sono in corso accertamenti in merito al titolo di soggiorno nel territorio dello Stato.

Uno dei lavoratori “in nero”, risultato percettore del reddito di cittadinanza, ha presentato immediatamente all’Inps l’istanza di rinuncia al godimento del beneficio. 

L’intervento ha comportato l’applicazione della c.d. maxi-sanzione per lavoro nero nei confronti dei datore di lavoro che ha occupato irregolarmente i lavoratori e la segnalazione alle Autorità competenti dell’indebito godimento del Reddito di cittadinanza. 

Al termine del procedimento ispettivo, si procederà al recupero dei contributi e premi assicurativi omessi a favore dei lavoratori occupati senza regolare contratto di lavoro.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Lavoro

Le offerte di lavoro
del Centro per l'Impiego

30 Marzo 2020 ore 15:32
Spinetta Marengo

Malore improvviso,
muore 49enne

30 Marzo 2020 ore 14:05
.