Venerdì 05 Marzo 2021

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Smart city

25 milioni di investimento per la Città Intelligente

Illuminazione, wi-fi, cassonetti e altri servizi innovativi per creare - come dicono in comune - occupazione e sviluppo - e far diventare Alessandria una città all'avanguardia

25 milioni di investimento per la Città Intelligente

ALESSANDRIA - E' in atto una rivoluzione a tappe? Sulla carta sì, dal momento che Alessandria si trova di fronte per la prima volta ad un vero e proprio piano per far diventare il capoluogo una smart city in piena regola. Un cambiamento copernicano grazie al Gruppo Amag che sta gestendo i progetti e le collaborazioni sui servizi che via via verranno attivati: illuminazione intelligente, servizi ambientali, di videosorveglianza, wi-fi, raccolta rifiuti, efficientamento energetico. 

Nei prossimi giorni verranno valutati proposte e progetti di chi si è fatto avanti per lavori e tra qualche mese si avranno le idee più chiare su come prenderà forma il progetto “Città Intelligente” in cui verranno investiti complessivamente circa 25 milioni di euro, "completamente in project financing:: l’azienda vincitrice della gara si assumerà il rischio d’impresa dell’investimento, realizzando le infrastrutture richieste”.

“E’ un progetto ambizioso e integrato – sottolinea  il Presidente Paolo Arrobbio -, per realizzare il quale abbiamo dovuto costituire il Consorzio AMAG Servizi, stazione appaltante che opera anche in nome e per conto delle società consorziate AMAG S.p.A., AMAG Reti Idriche S.p.A. ed AMAG Ambiente S.p.A.  Realizzeremo una vera infrastruttura di smart city, attraverso la riqualificazione dell'intero parco degli impianti di pubblica illuminazione, puntando anche all'implementazione di servizi innovativi aggiuntivi per la città quali, a titolo esemplificativo, la connessione Wi-Fi, la videosorveglianza, il monitoraggio di traffico/inquinamento/ condizioni climatiche. Ma anche, attenzione, un profondo efficientamento del servizio della raccolta rifiuti (che in parallelo sarà completamente trasformata, e modernizzata) e, in generale, di quei servizi che si prestano ad essere inclusi del concetto di Smart City e di intelligenza artificiale”.

La soddisfazione è palapbile a Palazzo Rosso: “Il futuro di Alessandria comincia oggi" ha commentato per slogan il sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, ricordando che i costi spono a carico delle aziende che si sono aggiudicate le rispettive gare d’appalto. "In centro come in periferia Alessandria cambierà completamente". 

Ma cosa si intende, precisamente, per Città Intelligente? E quanto costa realizzarla?

“La chiave di volta – spiega il Sindaco Cuttica – è la digitalizzazione della città e di tutto il territorio comunale, sia sul fronte dell’illuminazione ‘integrata’, con i cosiddetti pali intelligenti, sia su quello della raccolta rifiuti, che sarà realizzata sempre con il porta a porta, e attraverso cassonetti ‘a scomparto’ con tessera ad accesso personalizzato in tutto il resto del comune.  La nuova rete di ‘pali intelligenti’ sarà in grado di ‘dialogare’ con i cassonetti dell’immondizia, segnalando quando sono pieni e da svuotare, ma serviranno anche per il controllo in materia di sicurezza pubblica e ambientale,  e a per ridurre l’inquinamento.

Non solo:  la nuova infrastruttura tecnologica offrirà anche la ricarica elettrica di auto e bici, wi-fi per incentivare aziende ad insediarsi, pannelli informativi (sia audio che video) fino alla possibilità di ‘leggere’ i contatori dell’acqua.  Entro due anni vogliamo diventare davvero una Città Intelligente, all’avanguardia non solo regionale e nazionale, ma di respiro europeo. Tutto questo va calato anche all’interno del progetto di Coesione Territoriale, che vede Alessandria capofila di 33 comuni del bacino fluviale del Tanaro, e che prevede non solo attività di recupero ambientale, ma di rilancio dell’economia del territorio, con partnership pubblico private in comparti che vanno dalla ricezione turistica all’industria green, alle energie rinnovabili e tanto altro.”.

Il vice Sindaco, e assessore alle Partecipate, Davide Buzzi Langhi, sottolinea che l’innovazione porta sviluppo, "ossia occupazione e ricchezza diffusa".

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Rocchetta Ligure

Val Borbera, dispersi cinque giovani: recupero concluso alle 2.30

28 Febbraio 2021 ore 21:33
L'ordinanza

Il Piemonte torna 'zona arancione'

26 Febbraio 2021 ore 19:04
.