Trasporti

Amag Mobilità, e adesso cosa succede?

Deserta la gara per il partner. Intanto, revocato lo sciopero del 20

Amag Mobilità, e adesso cosa succede?

Proprio nel giorno in cui i sindacati trovano la garanzia del Comune sul mantenimento dei livelli occupazionali - questo è l'impegno formalizzato dal sindaco Rita Rossa nel pomeriggio di ieri - revocando di conseguenza lo sciopero proclamato per lunedì, arriva una doccia fredda in casa Amag Mobilità: nessuna delle cinque aziende che si erano dette interessate a una partnership in vista del bando per l'ex Atm in fallimento che si terrà il 28 marzo, ovvero Arfea, Gtt, BusItalia, Line e Tper, ha presentato infatti formalizzato un'offerta, disertando la gara.

A questo punto, la partecipata alessandrina potrebbe riconvocarle una a una per verificare di concretizzare direttamente una proposta: il viatico in vista dello snodo cruciale di fine mese non è comunque dei migliori e, adesso, non sono escluse nuove iniziative da parte dei rappresentati dei lavoratori.

LE ULTIME NOTIZIE
Chiamparino: "La Cittadella come la Reggia di Venaria"

Il sindaco Rita Rossa tra il presidente Sergio Chiamparino e l'assessore regionale Giuseppina De Santis

Il progetto

Chiamparino: "La Cittadella
come la Reggia di Venaria"

27 Aprile 2017 alle 08:44

Trasformare la Cittadella in una nuova eccellenza dell'offerta culturale e turistica del Piemonte - ...

Alessandria Di Masi Pillon Magalini

Non si è fatta attendere la risposta del Livorno Calcio all'appello del presidente dell'Alessandria

Calcio - Grigi

Livorno: "No a appelli
e sollecitazioni"

25 Aprile 2017 alle 11:05

La Cremonese ha parlato per prima, mettendo tutti a tacere: silenzio stampa di tutti i tesserati ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati