Sabato 23 Marzo 2019

Calcio

12 punti, 360 minuti. La rabbia, i timori e quei sorrisi fuori posto

I tanti volti dietro il risultato con i toscani

12 punti, 360 minuti. La rabbia, i timori e quei sorrisi fuori posto

"L'Alessandria non sa chiudere le partite". Vero: non lo aveva fatto a Carrara, e qualche rischio di troppo l'ha preso. Non lo ha fatto con il Prato e gli effetti sono devastanti. "L'Alessandria cala dopo un'ora". Anche questo è sotto gli occhi di tutti: primi tempi dominati, ma senza il colpo del ko, dopo un'ora di gioco la flessione, che spesso, quasi sempre, i rivali di turno sfruttano. "Alcuni giocatori sono in netta involuzione". Anche su questo nessun dubbio: da dopo l'infortunio, forse recuperato con un po' troppa fretta, Gonzalez non è più quello dell'andata. Un errore come quello di oggi dal dischetto non è da lui. E se è vero che rigori come quello fischiato al Prato non sempre si concedono, è fuori discussione che Gozzi avrebbe dovuto spazzare via lontano il pallone. Per non parlare di Vannucchi: a parte che se anche il portiere non la chiede, la barriera si piazza comunque, non fosse perché potrebbe essere utile per una azione di disturbo, il numero uno grigio, sta vivendo il suo peggior momento, perché su una punizione da distanza abissale non si può e non si deve prendere gol, invece c'è una collezione di sbagli in serie, inspiegabili da uno come lui. Due settimane fa l'Alessandria era a +6 sulla Cremonese, adesso ha una sola lunghezza di vantaggio e i 5 punti che mancano sono quelli persi negli ultimi 180 minuti al Moccagatta. Dove i Grigi hanno costruito il primato che ancora c'è anche se vacilla. E non è vero che, come sosteneva Giulio Andreotti, 'il potere logora chi non ce l'ha': in questo momento la Cremonese vola e i Grigi stentano, anche se sono primi dalla giornata inaugurale. E, allora, rabbia delusione, paura di vedere di nuovo "gli altri" festeggiare: tutto legittimo, tutto sacrosanto. Né legittimi, né sacrosanti, però, sono gli atteggiamenti di qualcuno, pochi ma ci sono: perché c'è nulla da ridere dopo il pari con il Prato, a chi ride, in realtà, dei Grigi interessa nulla. E, invece, fino alla fine..

LE ULTIME NOTIZIE
Gran Corsa

Tappa a Ovada, al Caffè Trieste, per i partecipanti alla Gran Corsa

L'evento

Milano-Sanremo in bici d'epoca. Tappa a Ovada

22 Marzo 2019 alle 17:32

Sono partiti da Milano, ieri sera tappa a  Tortona e incontro con Faustino Coppi. Ieri di nuovo in ...

Domenica lo show per 'Il girasole'

Max Corfini

Valenza

Domenica lo show
per 'Il girasole'

22 Marzo 2019 alle 10:59

‘Uno spettacolo per un fiore’ è il titolo dell’appuntamento promosso dal Lions Club Adamas e dal ...

Tra Vasari e Gardella sboccia la primavera Fai

Il restaurato ‘Martirio di san Pietro da Verona’ di Giorgio Vasari

Cultura

Tra Vasari e Gardella
sboccia la Primavera Fai

22 Marzo 2019 alle 07:56

Un weekend alla scoperta dei tesori d’arte della provincia. Le Giornate Fai di Primavera sono una ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati