Lunedì 23 Settembre 2019

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Calcio - Grigi

Pillon. "Pensiamo solo a a noi e a vincerle tutte. Non si molla di un centimetro"

"Un gruppo così non si trova mica facilmente. Poche concessioni, e ben dieci occasioni almeno"

Alessandria Giuseppe Pillon

Per il nuovo tecnico "un griuppo come questo non si trova mica tanto facilmente"

Una gara difficile, difficilissima. Ma Bepi Pillon, alla sua prima al Moccagatta in panchina, non è sorpreso, anzi. "Si poteva anche  prevedere. Il momento è delicato, i ragazzi non hanno la necessaria serenità e lucidità, che aiuta a costruire i successi. Così, inevitabilmente, si fa più fatica - insiste il tecnico dei Grigi - Ma quel che conta è aver vinto, non aver subito reti, aver concesso poco, pochissimo, specie nel secondo tempo, perché nel primo abbiamo fatto un paio di concessioni e, invece, non dobbiamo farlo, perché è pericoloso. Dobbiamo ancora lavorare per migliorare, pr essere più compatti: quando lo siamo stati, dopo l'intervallo, le concessioni sono state quesi zero, a parte un paio di conclusioni da fuori area. E noi abbiamo creato molte occasioni: ne ho contate almeno 10, sono il sintomo di una squadra molto viva. I miei giocatori, anche questo va sottolineato, sono stati tutti bravissimi, per quello che hanno dato, ognuno di loro: anche chi era in panchina, li ho visti tutti molto presenti, e questo mi fa piacere, è un segnale importante per me, per l'Alessandria tutta". Con un punto fermo attorno al quale ruota tutto. "Noi dobbiamo fare il nostro. Cioè dobbiamo fare 9 punti. Noi non molliamo di un centimetro: non è nel mio carattere, nel mio modo di essere". I primi risultati del lavoro sulla testa dei giocatori si vedono. "E' normale che ci siano certezze da ritrovare in fretta per un gruppo che, sempre avanti,  a tre giornate dalla fine si ritrovi sotto di 1 punto. Ho detto immediatamente sì alla proposta del presidente e del ds Magalini - insiste Pillon - perché conosco bene il valore dei giocatori. E, ripeto, in un momento difficile come questo, sono stati tutti bravi. Anche un po' frenetici, è vero, ma dieci palle gol significano tanto. La condizione? Nel complesso buona. Dobbiamo migliorare l'assetto difensivo, perché non possiamo concedere all'avversario la possibilità di farci male, come è successo in avvio di gara. Però, ci tengo a dirlo, un gruppo come questo non è facile trovarlo". E ci scappa un giudizio già sentito. "Sono bravi ragazzi. Professionisti seri. Forse anche troppo bravi". Lo aveva detto anche Braglia e quando lo si fa notare al nuovo tecnico, sorride. "Preparazione anche per gli eventuali playoff? In questo momento penso, anzi pensiamo, solo a vincerle tutte. Non si molla di un centimetro, se poi gli altri saranno più bravi, penseremno ai playoff. Non certo adesso".

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Spinetta Marengo

Muore a 22 anni
per colpa di un malore

22 Settembre 2019 ore 08:50
Il dramma

Investito e ucciso mentre rientrava
a casa in bicicletta

18 Settembre 2019 ore 09:17
Alessandria

Muore a 18 anni: dona cuore,
fegato e reni

14 Settembre 2019 ore 20:00
.