Alessandria

Il decesso per un gioco erotico, la Procura chiude l'inchiesta

L’architetto Damonte accusata di omicidio preterintenzionale. L'ex direttore Atc, Riccardo Sansebastiano, morì per asfissia da impiccamento

Il decesso per un gioco erotico, la Procura chiude l'inchiesta

La Scientifica dei carabinieri durante i rilievi

A poco meno di un anno dalla morte, avvenuta a causa di un gioco erotico, dell’ex direttore dell’Atc, Riccardo Sansebastiano, la Procura della Repubblica ha chiuso l’inchiesta. Il sostituto procuratore Andrea Zito contesta all’architetto Gianna Damonte, 59 anni, l’omicidio preterintenzionale. Un punto dibattuto perché questa accusa prevede una parte dolosa (legata alle percosse e alla costrizione), e la colpa. Su quest’ultimo aspetto rientra il concetto del consenso, che deve essere sempre attuale e revocabile. Ma si presume che nel momento in cui lui avrebbe voluto recedere da quella situazione, in casa fosse solo.

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati