Castelceriolo

Smaltimento illegale di rifiuti dalla Campania, arrestato capo impianto dell'Aral

Smaltimento illegale di rifiuti dalla Campania, arrestato capo impianto dell'Aral

Anche un capo impianto dell'Aral di Castelceriolo - G.E., di 60 anni - è stato arrestato a conclusione di una articolata e complessa attività d’indagine portata avanti  dai Carabinieri del Noe di Milano e coordinata dalla Procura della Repubblica di Brescia e dalla Dda, insieme ai carabinieri del Gruppo per la Tutela dell’Ambiente di Milano, in Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Lazio e Campania, in collaborazione con i vari Comandi provinciali.

Arrestati con l'accusa di traffico illecito di rifiuti anche P.B., 46enne amministratore unico delle società B&B Srl di Torre Pallavicina (Bg) e Bps Srl di Abbadia Lariana (Lc), mentre D.S., 63enne broker della EcoSavona Spa è stato colpito dalla misura interdittiva del divieto di temporaneo totale di esercitare uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese per 12 mesi.

Numerose le perquisizioni e i sequestri di beni emessi dal Gip di Brescia a carico di appartenenti a una strutturata organizzazione criminale, frutto di una joint venture tra aziende private e pubbliche, che di fatto hanno invertito il senso della rotta illegale dei rifiuti, portando a smaltimento in Lombardia e Piemonte circa 100.000 tonnellate di ecoballe provenienti dalla Campania.

Il trasferimento avveniva su autotreni intestati a tre società di trasporto conniventi (Ressia Autotrasporti & C. di Alessandria, Autotrasporti Luterotti Srl di Brescia ed Euroimpresa Srl di Novi Ligure), colpite dal provvedimento di sequestro preventivo emesso dall’autorità giudiziaria.

Nelle prossime ore tutti gli aggiornamenti

LE ULTIME NOTIZIE
Sta stretto il pari all'Alessandria dei cambiamenti

Stellini ha seguito l'ultimo quarto d'ora in tribuna, dopo l'espulsione, insieme al ds Sensibile

calcio

Grigi: tanti cambiamenti, sta stretto il pari 

24 Settembre 2017 alle 18:44

La scossa c'è stata. Non ancora da 3 punti, e la classifica resta molto povera. Ma l'Alessandria, a ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati