Giovedì 26 Aprile 2018

Il caso

Sono stati cloruri e solfati a uccidere i pesci del rio

Disastro ambientale nel Ghisone, tra Frascaro e Borgoratto

Sono stati cloruri e fosfati a uccidere i pesci del rio

Il Ponte Rosso sul Ghisone a Frascaro

I tecnici dell'Arpa hanno effettuato prelievi di acqua a Frascaro, in località Ponte Rosso, dove scorre il Ghisone, un rio in cui sono morti molti pesci e dal quale, da alcuni giorni, si alza una puzza inconsueta. “Il Piccolo” di venerdì ha raccontato il problema, denunciato dai sindaci di Frascaro, Piero Ciberti, e Borgoratto, Simone Bigotti. Secondo l'Arpa, “nelle acque del torrente sono state introdotte sostanze contenenti alte concentrazioni di cloruri e solfati che hanno gravemente alterato le caratteristiche chimiche dell’ecosistema acquatico condizione necessaria per la vita acquatica. In altre parole si è registrata, al momento, la presenza di sali (cloruro di sodio e solfato di sodio ad esempio utilizzati lungo le strade o molto più probabilmente, ma è ancora tutto da confermare, l’acqua di lavaggio delle resine a scambio ionico di qualche impianto industriale) che hanno alterato la conducibilità dell’acqua, il suo Ph, ovvero le condizioni necessarie a garantire la presenza di fauna acquatica. Importante anche la presenza di batteri di origine fecale (2,5 milioni di unità per millilitro d’acqua) indicatori del carico inquinante presente nel torrente. Le analisi invece non hanno riscontrato la presenza significativa di tensioattivi”.

LE ULTIME NOTIZIE
Alessandria Viterbese

Il Moccagatta impazzosce di gioia. L'Alessandria vince la Coppa Italia

Coppa Italia

Alza la Coppa, Alessandria.
Perché è tua

25 Aprile 2018 alle 16:46

Alessandria - Viterbese 3-1 Marcatori: pt 11' Di Paolantonio; st 13' Marconi rig 16' Marconi, 34' ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati