Giovedì 18 Ottobre 2018

L'incidente

È precipitato dopo il volo di saluto: la tragedia di Quargnento

È precipitato dopo il volo di saluto: la tragedia di Quargnento

Una tragedia improvvisa, sotto gli occhi atterriti di alcuni testimoni e amici, quella che ha spezzato la vita di Francesco
Scuderi. Il pilota aveva 59 anni e abitava a Ovada.

Il suo ultraleggero si è schiantato domenica pomeriggio, verso le 17.30, nei pressi dell’aviosuperficie di Quargnento, in strada Croci, dove ha sede una pista per aeromodelli. È la strada che da Quargnento, porta a San Michele.

Francesco Scuderi era partito da Mantovana con l’ultraleggero che si era costruito. Arrivando a Quargnento, sopra la pista per gli aeromodellisti di cui è socio, ha effettuato due giri per salutare gli amici. Il dramma durante la virata effettuata per allontanarsi da quella zona. Cosa sia accaduto lo dovrà accertare l’inchiesta aperta dalla Procura alessandrina e affidata al sostituto procuratore Silvia Saracino. Il magistrato potrebbe disporre l’esame autoptico.

A far perdere il controllo dell’ultraleggero potrebbe essere stata una raffica di vento, ma non sono esclusi un problema al motore o un malore del pilota.

Sul 'Piccolo' in edicola tutti gli approfondimenti.

LE ULTIME NOTIZIE
Muore a 22 anni

Novi Ligure

Muore a 22 anni
per un infarto

17 Ottobre 2018 alle 16:29

Non ci sono più dubbi, è stato un infarto a uccidere, la notte scorsa, Edoardo Giavino, il ragazzo ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati