Martedì 25 Settembre 2018

Calcio - Grigi

'Comportatevi da squadra, sempre. Mettete qualità insieme all'intensità'

Stellini duro con i giocatori che ascoltano in silenzio. 'Con l'Arzachena si è giocato con la paura'

Alessandria Stellini

"Domenica avete avuto paura": Stellini duro con tutta la squadra alla ripresa degli allenamenti

Tutti in cerchio, sul campo. E non è certo un cerchio magico: sono 24 giocatori e un allenatore che parla e di magico, con 8 punti in 8 gare, 4 reti segnate e 7 subite, c'è nulla. Stellini riparte esattamente da dove si era interrotto a Olbia: là, negli spogliatoi, era stato un richiamo, a toni alti, uno per uno, indice puntato nei confronti di chi non sta facendo la sua parte, non solo contro l'Arzachena. Oggi il tecnico ha usato la stessa voce, alta e dura, verso tutti, senza distinzioni. Nel silenzio, parole che anche i tifosi, alla Michelin per seguire il primo allenamento, hanno ascoltato. "Non serve segnare nella partitella del giovedì se poi alla domenica non lo fate e non provate a farlo". Al gruppo una accusa esplicita, "con l'Arzachena avete giocato con la paura". E un altro richiamo all'atteggiamento, in linea con i giudizi poi manifestati dal presidente Luca Di Masi nella conferenza stampa. "Sempre dovete avere un comportamento da squadra: insieme, non in gruppi". Come a dire: la divisioni sono deleterie. Anche un richiamo alla preparazione delle partite."Ci sono i video sulle formazioni avversarie, chiedetemeli". Oltre mezzora di monologo, richiami forti alle responsabilità di ognuno. Che sono proseguiti anche nell'allenamento, con appunti per ognuno.  "Come pensate di segnare se non tirate mai?" ripetuto più volte nella parte in cui si sono alternati due gruppi, per provare i movimenti di centrocampo e attacco. Per tutti, anche per i difensori. "Metteteci anche qualità, non solo intensità. Sempre". Anche in partita, la domenica. Soprattutto in partita: quella con il Pisa, lo ha detto anche Di Masi, sarà, per tutti, la spartiacque

LE ULTIME NOTIZIE
Bambino schiacciato dal pick-up di suo padre

La scuola di Quargento, in piazza Primo Maggio, frequentata dai tre figli di Salvatore e Chiara. La donna e i bambini hanno mantenuto la residenza nel paese di origine

La tragedia

Bambino schiacciato dal pick-up di suo padre

25 Settembre 2018 alle 07:56

«Il nostro Pippo». Dicono così a Quargnento, dove Gianfilippo andava alla scuola d’infanzia. Lo ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati