Mercoledì 17 Ottobre 2018

Il caso

'Non ci sono spazi liberi'. Ma la Casa delle Donne si farà

Non sono utilizzabili i locali indicati. 'Ora strade alternative'

Non una di meno Comune

Nel secondo incontro in Comune, l'assessore Barosini ha comunicato l'indisponibilità degli spazi per la Casa delle Donne

"In questo momento non ci sono spazi disponibili per essere destinati alla ‘Casa delle Donne' ". La risposta dell’assessore ai lavori pubblici Giovanni Barosini, nell’incontro con la delegazione di Non Una di Meno, interrompe un dialogo che, comunque, a giudizio di Barosini, resta sempre aperto, "per valutare soluzioni che potrebbero aprirsi in futuro". Parole che, però, per Marta Pampuro rappresentano una chiusura, magari momentanea, ma senza possibilità di sviluppo in termini brevi "di una richiesta che, non ci stancheremo mai di ripeterlo, non è per una sede per il nostro movimento, ma per una esigenza sottoscritta da oltre 3100 cittadine e cittadini, uno spazio in cui attivare servizi e laboratori, un luogo dove fare cultura e informazione e dove ospitare eventi. Una ‘casa’ per le donne e per tutta la città". Bocciate, nell'incontro a cui ha partecipato anche l'assessora alle pari opportunità, Cinzia Lumiera, le proposte di Non Una di Meno: l'ex Punto D destinato ad un progetto del Cissaca attivo da settembre, e per l'ex asilo di via Tonso ci sono richieste e, ammissione dello stesso Barosini, "si potrebbe anche valutare un bando per la messa in vendita, che naturalmente deve passaee in giunta". L'ipotesi di un ruolo di intermediaria dell'amministrazione comunale per immobili di terzi? "Anche per questo il dialogo resta aperto - sostiene Barosini - anche se non ne conosco". Per Non Una di Meno, invece, "non è stato fatto alcun cenno a questa possibilità per spazi inutilizzati, anche di terzi, con il Comune che intercede per il nostro progetto". A giudizio delle rappresentanti del movimento "nessuno del Comune, negli ultimi mesi, ha letto il nostro progetto e non ci è stata proposta alcuna soluzione alternativa. Per noi l'apertira di una Casa delle Donne è una priorità e la è anche per le migliaia di persone che hanno sostenuto la proposta. Nei prossimi giorni ci riuniremo per decidere le strade alternative"

LE ULTIME NOTIZIE
La raccolta di cibo per chi non ne ha

Volontari di 'Porta la sporta'

Valenza

La raccolta di cibo per chi non ne ha

16 Ottobre 2018 alle 19:25

Sabato 13 e domenica 14 ottobre si è svolta a Valenza l'edizione 2018 di 'Porta la Sporta', evento ...

'Alziamo i ritmi, fin da subito. Turn over? Non ci penso'

Dai due impegni esterni consecutivi D'Agostino vuole tornare con più punti possibili

Calcio - Grigi

'Alziamo i ritmi, da subito. Turn over? Non ci penso'

16 Ottobre 2018 alle 14:36

"Torniamo dalla Sardegna con più punti possibili". Non è un annuncio, non è un proclama, non è ...

Stasera il "Salotto" nella nuova sede

Una precedente puntata del "Salotto del mandrogno"

Talk show

Stasera il "Salotto"
nella nuova sede

16 Ottobre 2018 alle 12:03

Prima puntata stasera, martedì, della 17esima edizione del "Salotto del mandrogno", il talk show ...

Il sindaco, il Papa e quel dito medio

Alberto Marello con Roberto Gilardengo

L’editoriale

Il sindaco, il Papa
e quel dito medio

16 Ottobre 2018 alle 07:30

Vi rassicuro subito: non c’è nessun sindaco, nessun Papa e nessun dito medio. La notizia con la ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati