Martedì 02 Giugno 2020

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

L'intervista

Arrobbio: "Acqua, concessione rinnovata fino al 2034"

Il presidente del Gruppo Amag è fiducioso sul 'caso bollette': "Rientreremo"

Arrobbio: "Acqua, concessione rinnovata fino al 2034"

Paolo Arrobbio al fianco del sindaco Cuttica di Revigliasco in una recente inaugurazione

ALESSANDRIA - «Abbiamo appena definito il contratto di rete con Acos Gestione Acqua e Comuni Riuniti Belforte. Domani (oggi, ndr) sarà ufficializzata la concessione idrica fino al 2034: per il Gruppo Amag una notizia importantissima, su cui lavorare per arrivare a nuovi progetti di sviluppo»: il presidente Paolo Arrobbio, raggiunto nel primo pomeriggio di ieri al termine di una riunione fiume dal notaio, è raggiante.

È così importante questo passaggio? "Grazie all’accordo riusciremo ad accedere ai mutui per fare le opere necessarie. Perché, si badi bene, ciò che abbiamo realizzato finora lo abbiamo fatto interamente in autofinanziamento, perché con la concessione che sarebbe scaduta a fine 2022 era difficile ipotizzare l’apertura di altre linee di credito. Adesso, invece, la prospettiva cambia e già nei prossimi giorni incontrerò un importantissimo istituto bancario per sottoporre un’operazione tra i 20 e i 25 milioni di euro per interventi idrici nei vari Comuni che sono nostro soci, chiudendo al contempo un piano da 7 milioni finanziato dalla Ue tramite la Regione". 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

L'editoriale

I medici e gli infermieri costretti
al silenzio

29 Maggio 2020 ore 08:24
.