Domenica 17 Dicembre 2017

Calcio - Grigi

La forza della protesta, la passione di tutti

Adesione superiore ai numeri dei gruppi. E Orgoglio Grigio organizza un pullman per Tivoli

Alessandria protesta tifosi

Fuori dallo stadio: una protesta che si trasforma in festa

Dopo il Venezia, va in B anche il Foggia. Già, la squadra che aveva sbattuto fuori l'Alessandria dai playoff un anno fa e che, molto cambiata negli interpreti, e nella guida tecnica, ha vinto ben 17 delle ultime 19 gare. Alla fine del girone di andata l'Alessandria era la candidata poiù accreditata, nei tre gironi, a festeggiare la promozione anticipata. Invece, altre due piazze storiche esultano e, qui, invece, c'è qualcuno che, adesso, può arrivare primo, la Cremonese. Il raggruppamento dall'esito più scontato è quello che non ha ancora scelto la vincitrice: la vittoria sul Renate tiene accese ancora le speranze, un galantuomo della panchina come Pillon ci crede e c'è da credergli. Però c'è una partita da leggere anche fuori dagli spalti, quelli dove, dalle note ufficiali, gli spettatori sarebbero circa 2700, ma in realtà sono 2000 (con poco più di mille paganti) e lo spicchio vuoto nella Nord è enorme, come uno squarcio  nella carne viva dentro il quale è fondamentale guardare. Come è fondamentale ascoltare il silenzio surreale all'inizio, e per molti minuti, e anche per alcune fasi di gioco. Dopo il gol, soprattutto, si sono sentiti gli altri settori, ma i numeri  vanno letti e se contro il Prato gli spetattori erano  stati quasi 3800, allora la flessione è di quasi il 50 per cento. "Il cuore grigio sabato ha battuto fuori dal Mocca - scrive la Gradinata Nord - Un assaggio di cosa sarebbe lo stadio senza quei tifosi". Il cuore batte anche dentro, perché non si può, e non si deve discutere, la passione di chi, magari canta meno, ma soffre e spera e lo fa dal suo posto, curva, rettilineo parterre o tribuna. Però solo una tifoseria come quella grigia avrebbe potuto trasformare una protesta in una festa: c'è chi non ne condivide tempi e modi, ma certo la 'civiltà' di questa scelta è nei fatti. Una via che diventa palcoscenico per stare insieme e, alla fine, c'è pulizia, ordine, rispetto verso ciò che è di tutti, le vie della città appunto. "L'adesione alla protesta è andata ben oltre i limiti dei gruppi organizzati", scrive ancora la Nord. Assolutamente vero anche questo: chi ha scelto di entrare non ha avuto alcuna difficoltà a farlo e, dentro, ha rispettato quello spazio vuoto, con lo scritta, su un gradone "Non ci avrete mai come ci volete". Qualcuno, non pochi, che aveva dichiarato di voler entrare, arrivato allo stadio non lo ha fatto, ma non perché gli è stato imposto: una libera scelta. Con le offerte di tutti sono stati raccolti 631 euro che serviranno a pagare, in parte, le multe comminate ad alcuni ragazzi della Nord, che contro la Giana si sono 'seduti' sulla rete. Anche questo è un segnale di compattezza, di come i Grigi uniscano. E Orgoglio Grigio è pronto a mettersi in viaggio per Tivoli, sabato: pullman con ritrovo alle 7.45 e partenza alle 8 da piazza Perosi, 50 euro per tutti, adesioni tassativamente entro mercoledì, al 3389065045 e ai negozi L'Amcio Fruttaio in oiazza Marconi e Corner in via Milano. Perché sabato si decide un campionato che l'Alessandria avrebbe dovuto avere già deciso. Provarci ancora fino all'ultimo è molto più di un obbligo

LE ULTIME NOTIZIE
Cuneo Alessandria

Quinto successo consecutivo per l'Alessandria: cade anche il Cuneo, si gira a quota 21

La cinquina è servita.
Quota 21, punto di partenza

17 Dicembre 2017 alle 16:34

La cinquina. Usando anche la spada e pure la clava. Perché di fioretto sarebbe stato pericoloso su ...

Panchine artistiche a tema sociale

L'inaugurazione della prima panchina

Valenza

Panchine artistiche
a tema sociale

15 Dicembre 2017 alle 14:35

Domani, sabato alle 11.30 in piazza Gramsci a Valenza, sarà presentata una nuova panchina artistica,...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati