BASKET

La Novipiù ci ha provato
Ma è Bologna a passare

La Virtus domina gara 4 (54-70) ed elimina una generosa Junior Casale

La Novipiù ci ha provatoMa è Bologna a passare

Standing ovation bi-partisan per Brett Blizzard (foto Enzo Conti)

La Novipiù ha messo in campo tutto quello che aveva. Ma ai quarti playoff passa, con pieno merito, la Virtus Bologna che domina gara 4 (54-70) e chiude la serie 3-1. La spinta emotiva della squadra di Ramondino si era fiaccata dopo la sconfitta in gara 3. Stasera la Virtus è stata davanti per 40’ anche con oltre 20’ di vantaggio. Resta il ricordo una serie emozionante, della storica vittoria Junior al PalaDozza, e del bellissimo contesto di pubblico delle due partite al ‘PalaFerraris’.  

La novità di Ramagli in quintetto è Stefano Gentile, decisivo in gara 3, al posto dell’infortunato Marco Spissu. La Virtus parte meglio. Più decisa. 8-0 con Rosselli che evidenzia le difficoltà difensive di Martinoni. Casale si mette in moto con Natali e Denegri per il 7-8 del 4’. Ma si procede a strappi e Bologna è pronta a ripartire. Lawson e Umeh propiziano il 10-0 che vale il 1-18 del 7’. Nel finale di periodo la Virtus allunga ancora sul +14 (11-25) con la seconda tripla di Ndoja e la penetrazione di Rosselli. Casale riesce a limitare il gap con il gioco da 4 punti di Blizzard che fissa il 15-25 del 10’. Ramondino riparte con DiBella, Tomassini e Blizzard contemporaneamente in campo. Non si segna per 3’. Poi è la Virtus a muovere ancora il punteggio. 5-0 per doppiare la Junior sul 15-30 al 14’. Difficoltà per i rossoblù che in attacco pasticciano e si trovano spesso a dover concludere in modo improvvisato allo scadere dei 24”. Il risultato sono 6 punti segnati nel periodo dalla Junior. La Virtus non fa molto di più, ma i 14 segnati permettono comunque di allargare il gap all’intervallo lungo sul 21-39. La Junior prova a rimettersi in partita e conquistare quell’inerzia che è sempre stata degli ospiti. 6-0 iniziale e zona difensiva per provarci. Ma Bologna non dorme  e la frazione gira con lo stesso gap del 30’ (29-47). Ramondino gioca anche la carta Nikolic, fuori per infortunio da settimane. Nonostante gli sforzi il vantaggio della Virtus resta tra 15 1 20 punti. Anche perché non è serata di tiro per Casale e le triple che servirebbero continuano a non arrivare (3 su 20). Così al 30’ Bologna è ancora saldamente in vantaggio sul 36-55. Severini in campo, Martinoni in panchina. Un cambio di gerarchie che si è ormai consolidato. Casale ci prova col cuore ma la Virtus riesce sempre a rispondere, proteggendo il suo vantaggio. Nella seconda parte Casale abbassa ancora il quintetto con 4 piccoli attorno a Tolbert. Le due triple di Di Bella portano la Novipiù sul -11 (49-60 al 36’). Ma Bologna risponde con Gentile e Ndoja dall’arco. Si entra negli ultimi 3’ con Casale che ha 14 punti di distacco (52-66). Esce per falli, tra gli applausi Denegri, una delle belle storie di questa stagione. Esce per falli Brett Blizzard, tra la standing ovation bi-partisan del ‘PalaFerraris’ e i cori della curva virtussina.  Finisce in un applauso collettivo che  unisce vincitori e vinti. Bologna passa ai quarti.

 

Novipiù Virtus  54-70

(15-25, 21-39, 36-55)

Novipiù Casale: Tomassini 6, Severini 5, Blizzard 13, Tolbert 10,  Denegri 4, Natali 3, Martinoni 4, Di Bella 9, Nikolic, Valentini. N.e.: Ielmini, Bellan. All.: Ramondino

Virtus Bologna: Umeh 9, Ndoia 14,  Penna 10, Rosselli 14, Gentile 7, Lawson 12, Spizzichini 2,  Michelori 1, Bruttini 1, Pajola. N.e.: Spissu, Oxilia. All.: Ramagli

LE ULTIME NOTIZIE
Alessandria Bunino

Christian Bunino è uno dei tre ex della sfida di domenica. Insieme a Gazzi e Terigi

Calcio - Grigi

Bunino: "Ora prendiamo ciò che meritiamo"

22 Settembre 2017 alle 09:52

Leonardo Terigi, uno dei tre ex della gara domenica (c'è pure Gazzi, a Siena in A)  sostiene di ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati