Venerdì 24 Novembre 2017

BASKET

Cavina: Trieste
è dura e profonda

Stasera a Voghera la gara 1 della serie col dubbio Alviti. Cucci: 'Abbiamo grande entusiasmo'

Cavina: Triesteè dura e profonda

Demis Cavina (in piedi), 3° nella classifica di allenatore dell'anno di A2

L’anno scorso negli ottavi, quest’anno un gradino più in alto. Il Derthona si prepara alla gara 1 dei playoff contro Trieste, già incrociata (e battuta) nella post season della scorsa stagione.  “Trieste è una squadra molto profonda, che gioca come lo scorso anno con grande durezza fisica e mentale – spiega coach Demis Cavina, proclamato terzo nella classifica della Lega sull’allenatore dell’anno - . Al nucleo che incontrammo negli scorsi playoff, hanno aggiunto tanta esperienza con l’arrivo di Da Ros, Cittadini e Cavaliero che, uniti a Pecile, fungono da chioccia ad un gruppo mediamente molto giovane.” Tortona in questi giorni ha cercato di recuperare energie e acciacchi in vista della partita di stasera (Palaoltrepo’ ore 21).  “La serie con Mantova – precisa coach Cavina - è stata lunga, dura e combattuta e certamente ha portato via tante energie vista anche la non perfetta condizione atletica di qualche nostro ragazzo; ci ha regalato però tanta esperienza, soprattutto su questo tipo di partite, che sono tutt’altro che analoghe a quelle della regular season. In questi giorni  ci siamo soffermati su qualche dettaglio offensivo da sistemare, ripercorrendo anche gli ultimi istanti di gara-5, forse troppo tribolati rispetto all’andamento dell’intera gara. Siamo molto determinati e concentrati ed in questo senso il passaggio del turno ha cementato le nostre sensazioni.” Migliorano le condizioni di Giampaolo Ricci, che sta facendo terapie al polso e svolge lavoro differenziato, mentre la tegola dell’ultima ora è il problema al dito di Davide Alviti, già assente in gara-5 per un attacco influenzale. La voce dello spogliatoio nelle parole di  Valerio Cucci. “Trieste è una squadra diversa da Mantova che fa dell’aggressività, della velocità e dei ritmi alti la propria forza. Il loro roster, a maggior ragione dopo l’aggiunta di Cavaliero, è profondo e completo, con tante guardie da poter alternare e l’esperienza di Cittadini sotto canestro. Li affrontiamo con tutto l’entusiasmo che la serie con Mantova ci ha regalato, facendo leva sul supporto da parte dei nostri tifosi e sulla possibilità di giocare le prime partite della serie in casa. Sono convinto che, se sapremo gestire le emozioni e le grandi motivazioni che ognuno di noi metterà in campo, potremo dire la nostra fino in fondo.”

LE ULTIME NOTIZIE
Alessandria Michele Marcolini

Prima giornata in grigio per Michele Marcolini: allenamento e presentazione

Calcio - Grigi

'Adattare i giocatori il meno possibile al modulo'

22 Novembre 2017 alle 20:27

Un esperto o un giovane? Quando si è trattato di scegliere il successore di Cristian Stellini, la ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati