Mercoledì 20 Febbraio 2019

BASKET

Sanders: "Voglio essere
il leader di Casale"

Colpo di mercato della Novipiù che firma la guardia ex Trento e Bonn

Sanders: "Voglio essereil leader di Casale"

Jamarr Sanders, 29 anni, con la maglia della Dolomiti Energia Trento

La Junior Novipiù suona il primo vero colpo del suo mercato ingaggiando la guardia Jamarr Rodez Sanders. Dopo tanto lavoro sottotraccia, la svolta nella giornata di oggi quando gli annunci ufficiali del club sono partiti in rapida sequenza: prima l’importante rinnovo di Luca Severini e, solo poche ore dopo, l’annuncio di Sanders. Segno che il tanto lavoro fatto in silenzio da coach Marco Ramondino e dal direttore generale Marco Martelli ha prodotto i suoi frutti. Le tessere del mosaico di mercato rossoblù cominciano ad andare a posto. Il quintetto è quasi fatto. manca ancora il centro Usa che potrebbe essere Jordan Tolbert o, in alternativa se l’americano seguisse le sirene tedesche, Gerald Beverly (24 enne proveniente dalla D League) con alle spalle un italiano di prospettiva. Fatto e finito, invece, il reparto esterni con Giovanni Tomassini, Davide Denegri, Brett Blizzard, Simone Bellan,  Fabio Valentini e appunto Jamarr Sanders. Intanto i tifosi rossoblù si possono godere l’ultimo arrivato. Un profilo americano che mancava da qualche stagione e che porterà talento, atletismo e potenza. 29 anni, per due stagioni a Trento in Serie A e in Eurocup, la scorsa stagione in Bundesliga al Telekom Bonn, Sanders a Casale ritroverà un pezzo della sua prima esperienza italiana di Veroli: Ramondino, Tomassini e Blizzard. E proprio il tecnico spende parole importanti per il nuovo  giocatore. ”Jamarr è un giocatore di talento e una persona di qualità. Ha atletismo e forza fisica oltre alla capacità di giocare tutti e tre i ruoli perimetrali. Può avere un impatto su due metà campo e ritengo abbia le caratteristiche ideali per integrare il nostro roster. La sua esperienza e la sua versatilità saranno fondamentali in una stagione nella quale i nostri giocatori giovani saranno chiamati a nuove e più importanti responsabilità”. Da parte sua Sanders ha le idee molto chiare. “La Junior a questo punto della mia carriera è la scelta migliore: è un posto in cui si valorizza la famiglia ed è una cosa molto importante per me in questo momento. Inoltre conosco già coach Ramondino e alcuni dei miei futuri compagni. Le mie aspettative per quest’anno sono quelle di essere uno dei leader della squadra e di continuare sulla tradizione che vede la Junior competere per vincere ogni partita: e per me vincere è la cosa più importante. Quando giocavo a Trento sono venuto a vedere una partita al PalaFerraris: un'atmosfera bellissima, con tifosi molto appassionati”.

LE ULTIME NOTIZIE
Nel valzer degli allenatori la spunta Rebuffi?

Fabio Rebuffi ha già diretto i primi allenamenti della settimana

Calcio - Grigi

Nel valzer degli allenatori la spunta Rebuffi?

19 Febbraio 2019 alle 22:55

L'Alessandria rimanda ancora l'annuncio della guida tecnica. Oggi sembrava fatta con Francesco ...

Addio al parroco che insegnava l’arte del sorriso

Anno 2001: foto di gruppo in occasione del 45esimo di sacerdozio di padre Carlo

La storia

Addio al parroco che insegnava l’arte del sorriso

19 Febbraio 2019 alle 15:13

Padre Carlo Ceccato non è stato un prete qualunque, perché non lo si può essere quando si regge una ...

Colpo in panetteria: ladro arrestato grazie al testimone

Spaccata in piazza Matteotti

Il caso

Ladro arrestato
grazie a testimone

19 Febbraio 2019 alle 07:56

Spaccata nella notte tra sabato e domenica in piazza Matteotti, ad Alessandria. Il titolare del ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati