Venerdì 23 Agosto 2019

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Triathlon

Frecce Bianche, in 40 e più per lo scudetto

Domani, a San Martino Siccomario, gara decisiva per un risultato storico

Frecce Bianche Triathlon

Domani la gara che può dare il titolo italiano nel circuito cross

A un passo dallo scudetto. Per conquistarlo, domani le Freccebianche Triathlon Alessandria schierano oltre 40 atleti al Duathlon Cross a San Martino Siccomario, ultima prova del circuito cross nazionale, che sancirà i campioni italiani 2017. All'ultimo atto due formazioni al comando, con gli stessi punti, Gran Bike Torino e Freccebianche Triathlon Alessandria. A guidare la squadra alessandrina Ivano Rivera, motore e anima di una società molto cresciuta, che raccoglie atleti da tutta la provincia: oltre che dal capoluogo anche da Novi, Tortona, Valenza e Casale. Fra i protagonisti annunciati ci sono Marta Menditto, oro europeo juniores di duathlon e argento di triathlon cross e bronzo mondiale juniores di triathlon; Stefano Davite, allenatore delle Freccebianche, tecnico del Team Italy e campione italiano di categoria. E, ancora, il valenzano Luca Patris, bronzo europeo juniores di duathlon cross; Gianfranco Cucco di Terruggia, primo nella tappa di Scanno del circuito mondiale di triathlon cross; Riccardo Roatta di Casale, oro di categoria al triathlon cross del Lago di Garda. Un gruppo molto numeroso e cresciuto nel corso dell'anno, di cui fa parte anche Luca Gioanola, di Mirabello Monferrato, reduce dalla prima edizione italiana dell'IronMan. A San Martino domani ben 287 iscritti: il via alle 12, conclusione intorno alle 13.30, ogni concorrente disputerà una prima frazione di corsa di 3 chilometri, poi 14 in mountain bike e ancora un chilometro e mezzo di corsa. "Mai, nei 30 anni di storia sportiva delle Freccebianche triathlon, siamo stati così vicini al titolo italiano a squadre - sottolinea Ivano Rivera, che è il presidente, anche lui al via - Per quasi 25 anni ho girato l'Italia e l'Europa per gareggiare, sempre orgoglioso di indossare i colori sociali. Ora, grazie a Marta, Stefano e a tutti gli atleti, ho un motivo in più per essere ancora più orgoglioso"  

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Valenza

Donna aggredita
da un pit bull

20 Agosto 2019 ore 18:04
Alluvioni Cambiò

La scienza vi reclama: venite
a farvi pungere

20 Agosto 2019 ore 07:41
.